Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘don Paolo Ricciardi’ Category

PER ACCEDERE ALLE FOTO DELL’ORDINAZIONE EPISCOPALE DI DON PAOLO

QUI:

https://photos.app.goo.gl/H7IHSsEQwFxB5bjq1

Annunci

Read Full Post »

Ti rendo grazie, Padre, perché Tu sei Dono

e non ho mai sperimentato gioia più grande dell’essere tuo figlio, un cristiano,

lasciandomi amare e perdonare, per essere dono per gli altri.

Mi sorprendi sempre perché, pur conoscendomi, ti fidi di me,

ed io, non conoscendoti ancora pienamente, mi affido a Te.

 

Da oggi mi rendi ancor più Sposo

e ti ringrazio per quanti, come i miei familiari e tanti amici,

mi hanno testimoniato l’amore nella fedeltà e nella fecondità.

Mi rendi ancor più Pastore

e ti ringrazio per i sacerdoti della mia vita, la mia comunità e il mio Seminario,

che mi hanno condotto ai pascoli della grazia, desiderando le vette, anche passando per le valli oscure.

Ti ringrazio per chi mi ha fatto sperimentare che il sacerdote è veramente un altro Cristo,

con lo stupore di trovarmi, pur con tanti limiti, padre, fratello, amico dell’umanità,

e di vedere passare la forza della Grazia attraverso la debolezza della mia umanità.

 

Come i discepoli del vangelo ho cercato. Sono venuto, ho visto dove abita il Maestro: tra gli uomini.

E lì, con grandissima e profonda gioia, voglio rimanere.

 

Sì, rendici Chiesa capace di rimanere con Cristo crocifisso e risorto

mettendo al centro l’uomo peccatore e redento,

una Chiesa che parli la Parola di Dio con le parole degli uomini.

una Chiesa, a Roma, che sulla tua Parola, non tema di prendere di nuovo il largo e di uscire,

per gettare le reti alla luce del giorno.

Una Chiesa capace di portare – come l’umile cavalcatura del Samaritano –

l’uomo lasciato ferito e spogliato agli angoli della terra.

Una Chiesa capace di accogliere, di far festa, di condividere per moltiplicare,

una Chiesa che sia capace di nuovo, oggi, di attrarre l’umanità a Te.

 

Donaci la passione di Santa Caterina, sposa, unita all’amore ineffabile di Gesù per servire l’uomo.

Donaci la concretezza di Santa Silvia, madre, pronta ad aprire la porta e il cuore ai poveri di Roma.

Donaci l’amore all’Eucaristia di San Carlo da Sezze, fratello, ferito dal tuo amore, per donarlo.

 

Madre della Fiducia, rendici servi delle Nozze di Dio con noi per versare il vino della vera felicità.

Madre di Misericordia, dacci di entrare nelle ferite dell’umanità per renderle feritoie per la tua luce.

Madre del perpetuo soccorso, fa’ che laviamo i piedi e serviamo gli altri, senza servirci degli altri.

Salvezza del Popolo Romano, rendi le nostre comunità autentiche famiglie che vivano di carità.

Vergine di Guadalupe, rendici capace di tessere fili di comunione con quanti Dio ci affida.

Vergine di Loreto, custodisci il nostro “Sì” e fa’ che il nostro ministero attiri i giovani a Dio.

Vergine Immacolata, aiutaci a rendere le nostre famiglie veri santuari della vita.

Salute degli infermi, fa’ che versiamo l’olio della consolazione sugli uomini malati in questa città.

 

O Padre, grazie per questa chiesa, rappresentata qui nella Gioia immensa di questo giorno,

nella nostra Cattedrale, Madre delle chiese del mondo.

è come sentirci al cuore dell’umanità abitata da Cristo.

Penso a quante vite, qui dentro, a quante storie diverse, legate a noi, unite da Te.

E penso anche che questo momento di Grazia profonda, vissuto tutti insieme,

non vale l’istante eterno che vivremo, nell’Incontro con Te.

Poiché tu abiti tra noi, perché noi possiamo abitare in Te. Siamo nati per non morire mai più.

 

Aiutaci a credere, sperare e amare. Aiutaci, con fede, a far sperare e amare i pascoli della vita eterna.

 

 

 

 

Read Full Post »

IMG-20171231-WA0007

Read Full Post »

don mario

Non sono nove anni senza di te. Sono nove anni di una Presenza piena, anche per chi, come me, ti ha conosciuto poco o niente.

Presenza piena in tante persone arricchite dal tuo essere innamorato di Dio e dell’uomo. Presenza piena in tante generazioni di giovani, di famiglie, di sacerdoti. Presenza piena in una carità operosa e concreta che continua, lì dove hai iniziato tu, con una mano tesa e una comunità aperta, pronta a farsi vicina – pur con tanti limiti – alle necessità di tutti.

Presenza piena che risplende, oggi più che mai, in una Santità quotidiana, da cui vogliamo continuare ad attingere, non rimpiangendo e ricordando il passato, ma vivendo l’attimo presente, colmandolo di fede, di amore, di speranza.

Questo è l’insegnamento del Vangelo. Questa è la via tracciata da Gesù. E noi – come ci hai insegnato tu – seguiamo Lui, il vero Centro di tutta la nostra esistenza.

Grazie di cuore, Domma.

 

Read Full Post »

Eccoci, ci siamo, manca poco.

La luce splende nelle tenebre. Gesù povero nasce a Betlemme.

Ci sono, ho percorso un tratto di cammino. E scopro che Tu hai fatto il cammino più lungo e mi attendevi, forse da una vita. E, forse, in questo Natale nuovo, potrò cambiare finalmente vita, potrò convertirmi a Te. Per sempre.

Dammi la Grazia di vivere in pienezza questo Natale. Grazie, mio Signore.

Read Full Post »

Ormai siamo arrivati.

E abbiamo percorso così poca strada, rispetto a Te, Signore, che dal Cielo sei sceso sulla terra, dalle Stelle ad una stalla.

Tu sei alle porte. E sei venuto, nelle persone che ho incontrato oggi, nel desiderio di riconciliazione che ci circonda, nell’attesa della Luce per tanti che vivono nel buio.

Oggi da lontano ho visto il mare illuminato dal sole del primo pomeriggio.

E penso all’immensità dell’Oceano del tuo Amore, cui nulla è impossibile.

Grazie, per questo nuovo Natale. O meglio, per questo Natale nuovo.

Read Full Post »

L’anima mia magnifica il Signore

perché ho gioito questa mattina con tante persone che erano in chiesa a pregare

perché mi hai visitato nella persona ammalata a cui ho fatto visita

perché mi hai rallegrato con un incontro imprevisto

perché ho conosciuto una bella comunità di sacerdoti

perché ho pregato con un amico

perché i giovani mi hanno rallegrato

perché Tu sei il mio Dio.

Read Full Post »

Older Posts »