Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘eventi’ Category

PER ACCEDERE ALLE FOTO DELL’ORDINAZIONE EPISCOPALE DI DON PAOLO

QUI:

https://photos.app.goo.gl/H7IHSsEQwFxB5bjq1

Annunci

Read Full Post »

Ti rendo grazie, Padre, perché Tu sei Dono

e non ho mai sperimentato gioia più grande dell’essere tuo figlio, un cristiano,

lasciandomi amare e perdonare, per essere dono per gli altri.

Mi sorprendi sempre perché, pur conoscendomi, ti fidi di me,

ed io, non conoscendoti ancora pienamente, mi affido a Te.

 

Da oggi mi rendi ancor più Sposo

e ti ringrazio per quanti, come i miei familiari e tanti amici,

mi hanno testimoniato l’amore nella fedeltà e nella fecondità.

Mi rendi ancor più Pastore

e ti ringrazio per i sacerdoti della mia vita, la mia comunità e il mio Seminario,

che mi hanno condotto ai pascoli della grazia, desiderando le vette, anche passando per le valli oscure.

Ti ringrazio per chi mi ha fatto sperimentare che il sacerdote è veramente un altro Cristo,

con lo stupore di trovarmi, pur con tanti limiti, padre, fratello, amico dell’umanità,

e di vedere passare la forza della Grazia attraverso la debolezza della mia umanità.

 

Come i discepoli del vangelo ho cercato. Sono venuto, ho visto dove abita il Maestro: tra gli uomini.

E lì, con grandissima e profonda gioia, voglio rimanere.

 

Sì, rendici Chiesa capace di rimanere con Cristo crocifisso e risorto

mettendo al centro l’uomo peccatore e redento,

una Chiesa che parli la Parola di Dio con le parole degli uomini.

una Chiesa, a Roma, che sulla tua Parola, non tema di prendere di nuovo il largo e di uscire,

per gettare le reti alla luce del giorno.

Una Chiesa capace di portare – come l’umile cavalcatura del Samaritano –

l’uomo lasciato ferito e spogliato agli angoli della terra.

Una Chiesa capace di accogliere, di far festa, di condividere per moltiplicare,

una Chiesa che sia capace di nuovo, oggi, di attrarre l’umanità a Te.

 

Donaci la passione di Santa Caterina, sposa, unita all’amore ineffabile di Gesù per servire l’uomo.

Donaci la concretezza di Santa Silvia, madre, pronta ad aprire la porta e il cuore ai poveri di Roma.

Donaci l’amore all’Eucaristia di San Carlo da Sezze, fratello, ferito dal tuo amore, per donarlo.

 

Madre della Fiducia, rendici servi delle Nozze di Dio con noi per versare il vino della vera felicità.

Madre di Misericordia, dacci di entrare nelle ferite dell’umanità per renderle feritoie per la tua luce.

Madre del perpetuo soccorso, fa’ che laviamo i piedi e serviamo gli altri, senza servirci degli altri.

Salvezza del Popolo Romano, rendi le nostre comunità autentiche famiglie che vivano di carità.

Vergine di Guadalupe, rendici capace di tessere fili di comunione con quanti Dio ci affida.

Vergine di Loreto, custodisci il nostro “Sì” e fa’ che il nostro ministero attiri i giovani a Dio.

Vergine Immacolata, aiutaci a rendere le nostre famiglie veri santuari della vita.

Salute degli infermi, fa’ che versiamo l’olio della consolazione sugli uomini malati in questa città.

 

O Padre, grazie per questa chiesa, rappresentata qui nella Gioia immensa di questo giorno,

nella nostra Cattedrale, Madre delle chiese del mondo.

è come sentirci al cuore dell’umanità abitata da Cristo.

Penso a quante vite, qui dentro, a quante storie diverse, legate a noi, unite da Te.

E penso anche che questo momento di Grazia profonda, vissuto tutti insieme,

non vale l’istante eterno che vivremo, nell’Incontro con Te.

Poiché tu abiti tra noi, perché noi possiamo abitare in Te. Siamo nati per non morire mai più.

 

Aiutaci a credere, sperare e amare. Aiutaci, con fede, a far sperare e amare i pascoli della vita eterna.

 

 

 

 

Read Full Post »

 Domani 6 gennaio Epifania del Signore: le messe seguiranno l’orario festivo: 8,30 – 10 – 11,30 – 19

1) Domenica  7 gennaio si chiude il mercatino i beneficenza  con la messa delle 19.00.

 2) Lunedì 8 gennaio è il secondo lunedì del mese e come di consueto porteremo i nostri panini agli amici senza tetto di  P.le  Ostiense. Vi aspettiamo dalle 17,30 al Centro per organizzare la loro distribuzione.

 3) Martedì 9 Gennaio ore 21 nel salone del Centro: catechesi in preparazione al rito e ai segni dell’ordinazione episcopale di don Paolo. Guiderà l’incontro Padre Giuseppe Midili,  direttore dell’Ufficio Liturgico Diocesano

 4) Giovedì 11 gennaio ore 21 Adorazione Eucaristica comunitaria

 5) Sabato 13 appuntamento alle ore 13,30 nel piazzale della parrocchia con coloro che hanno aderito ad andare in pullman a San Giovanni in Laterano per l’ordinazione episcopale di don Paolo. Per tutti gli altri l’appuntamento è nella Basilica alle ore 16.00. Visto l’evento eccezionale, il pomeriggio la chiesa sarà chiusa, pertanto non ci sarà la messa delle ore 19.00.

 5) Domenica 14 gennaio alle ore 11,30: prima messa solenne di don Paolo come Vescovo. A seguire pranzo comunitario.
 

Read Full Post »

don mario

Non sono nove anni senza di te. Sono nove anni di una Presenza piena, anche per chi, come me, ti ha conosciuto poco o niente.

Presenza piena in tante persone arricchite dal tuo essere innamorato di Dio e dell’uomo. Presenza piena in tante generazioni di giovani, di famiglie, di sacerdoti. Presenza piena in una carità operosa e concreta che continua, lì dove hai iniziato tu, con una mano tesa e una comunità aperta, pronta a farsi vicina – pur con tanti limiti – alle necessità di tutti.

Presenza piena che risplende, oggi più che mai, in una Santità quotidiana, da cui vogliamo continuare ad attingere, non rimpiangendo e ricordando il passato, ma vivendo l’attimo presente, colmandolo di fede, di amore, di speranza.

Questo è l’insegnamento del Vangelo. Questa è la via tracciata da Gesù. E noi – come ci hai insegnato tu – seguiamo Lui, il vero Centro di tutta la nostra esistenza.

Grazie di cuore, Domma.

 

Read Full Post »

img115

Read Full Post »

Molti i grazie pronunciati da Ricciardi, che ha citato le parole pronunciate da Albino Luciani quando fu eletto vescovo: «Con me il Signore attua il suo sistema: prende i piccoli e li mette in alto. Certe cose il Signore non le vuole scrivere né sul bronzo né sul marmo ma addirittura nella polvere, perché se la scrittura resta, non scompaginata, sia ben chiaro che tutto è opera e merito del solo Signore. In particolare, «ringrazio questa Chiesa – ha detto – in cui sono nato e cresciuto, e che ho sempre amato profondamente, nella certezza di aver ricevuto molto da sacerdoti, religiosi e laici». Un pensiero alla famiglia – «a papà Stefano, in cielo, tra i fondatori della Gioventù francescana» -, al collegio episcopale romano, «in particolare a monsignor Selvadagi», al Seminario, vissuto prima da studente poi da assistente, e «alle mie comunità parrocchiali». Poi lo sguardo si volge a «tanti medici,  tanti  infermieri,  tanti  operatori  nella  sanità  che  conosco  e  che  soprattutto conoscerò. Mi auguro con loro – le parole di Ricciardi – di poter crescere in uno spirito di collaborazione e fiducia, con il desiderio, da oggi, portare a chi vive nella malattia e nella prova la carezza del Papa e della Chiesa di Roma, la mano forte e tenera del Signore Gesù, medico delle anime e dei corpi».

23 novembre 2017

Read Full Post »

img113 Fatima

Read Full Post »

Older Posts »